Come regolare la caldaia per consumare meno

Consumare meno: ecco le regole per impostare la caldaia

La caldaia consuma troppo? Ecco cosa fare

La bolletta del gas cresce sempre di più: tantissime famiglie italiane stanno correndo ai ripari per cercare dei modi per consumare di meno durante la stagione invernale, dato che gli aumenti sconsiderati del gas stanno mettendo in difficoltà economica molte persone.
Se volete cercare di abbattere i costi per il riscaldamento, che è una delle voci di spesa principale per molte famiglie, è necessario conoscere i trucchi per regolare e impostare al meglio la caldaia in modo da ottimizzare i consumi ed evitare gli sprechi, mantenendo comunque la propria casa calda.
Esistono diversi modi di risparmiare semplicemente impostando la caldaia: sapete quali sono?

I segreti per far consumare meno la caldaia

Quali sono i segreti per impostare al meglio la caldaia e risparmiare durante l’inverno? Ecco le regole fondamentali:

  • regolare bene la temperatura. La temperatura della caldaia è uno degli elementi che è più in grado di influenzare i consumi: anche un semplice grado in più può comportare consumi eccessivi (fino al 6% in più in bolletta). Come fare in questi casi? Regolare la caldaia ad una temperatura compresa fra i 18 ed i 20 gradi, senza superarli, è la soluzione migliore per poter restare sempre al caldo senza però sprecare e senza consumare troppo.
  • Installare le valvole termostatiche. Queste valvole si installano direttamente sui caloriferi e permettono di impostare temperature diverse stanza per stanza, impedendo ad esempio che in una stanza che non viene usata nel corso della giornata si accendano i caloriferi ad una certa temperatura. Il risparmio in bolletta può essere fino al 30% dei consumi.
  • Usare un termostato. Uno strumento davvero utile per gestire al meglio i consumi della caldaia (e risparmiare) è il crono termostato, che è del resto obbligatorio per legge. Grazie all’uso corretto di questi modulatori, si può risparmiare fino al 20% in bolletta, senza sprechi ed in modo davvero facile ed intuitivo: infatti il termostato può permettere di regolare gli orari di riscaldamento, adeguandoli rispetto alla routine familiare e contenendo i consumi.
  • Fare sempre la corretta manutenzione. Mantenere la caldaia in perfetto stato è uno dei segreti principali per evitare consumi e sprechi inutili. Una caldaia efficiente, con tutte le tubature e le componenti in perfetta funzione, è sicuramente una buona soluzione per evitare perdite e sprechi che fanno lievitare la bolletta senza nessun valore aggiunto. Per una manutenzione corretta bisogna rivolgersi a degli esperti, ad esempio chiedendo al tecnico il bollino blu caldaie a Roma, come qui https://www.caldaiegcs.it/bollino-blu-caldaie-roma.
  • Lasciare la caldaia accesa. Lasciare la caldaia sempre accesa può rivelarsi una buona scelta per consumare di meno: infatti in questo modo non solo si migliora l’efficienza del dispositivo, ma si può anche evitare di consumare troppo gas o energia elettrica. La caldaia non andrebbe spenta neppure di notte, bensì lasciata lavorare alla minima potenza: in questo modo, quando la mattina dovrà ripartire per scaldare la casa, non dovrà lavorare eccessivamente (consumando di più).
  • Regolare la temperatura dell’acqua calda sanitaria (o temperatura ‘di mandata’). Mantenendo una temperatura più bassa possibile, ovvero sui 50 gradi per le caldaia nuove (60 per quelle più vecchie), si potrà mantenere la caldaia più efficiente con meno dispersione di calore.

I vantaggi di una caldaia nuova

Sostituire la vecchia caldaia con un modello nuovo a basse emissioni può essere una buona soluzione per chi è in cerca di risparmio.
Ad esempio, sostituendo una vecchia caldaia non più performante con una nuova caldaia moderna a condensazione, si possono limitare i consumi abbassandoli fino al 30%, abbattendo così i costi in bolletta.
Se pensiamo che poi l’acquisto di nuove caldaie è spesso agevolato dalla presenza di importanti detrazioni fiscali (anche fino al 65%), acquistare una caldaia moderna e tecnologica diventa una soluzione ottimale non solo per l’ambiente e per limitare i consumi, ma anche per il portafoglio della famiglia.