Come eliminare i tarli dalle travi una volta per tutte

Come eliminare i tarli dalle travi una volta per tutte

postato in: Altro | 0

I tarli del legno sono un fenomeno molto fastidioso, in quanto capace di danneggiare irrimediabilmente il materiale.
Ma come si fanno a debellare in maniera definitiva? Scopriamolo insieme!

Il legno è un materiale molto apprezzato, in quanto capace di regalare sia un’atmosfera calda e accogliente, sia di garantire ottime prestazioni.
Per questo motivo molti architetti e costruttori lo inseriscono nella loro lista dei preferiti, specialmente se è sotto forma di trave.

Purtroppo esso ha degli acerrimi nemici, ossia i tarli, i quali, per evitare che arrechino dei danni strutturali alla casa, devono essere contrastati con metodi efficaci, tra cui:

  • richiedere il montaggio di un pallone in PVC da parte di professionisti esperti, tramite il quale viene immessa dell’anidride carbonica fino a completa saturazione.
    Rimuovendo totalmente l’ossigeno, l’aria all’interno delle travi diventerà irrespirabile e queste si trasformeranno in un ambiente alquanto ostile per gli insetti.
    Il suddetto sistema ha la capacità di distruggerli in qualunque stadio vitale si trovino, che siano uova, larve oppure adulti;
  • emissione di micro onde per elevare la temperatura a 75°C.
    Quest’ultima è letale per questi insetti molesti, ma assolutamente innocua per il legno.
    In più non lascia residui all’interno dell’abitazione ed è totalmente ecosostenibile, contribuendo in questo modo all’ambiente.

Nota bene: i due metodi sopra elencati non sono affatto dannosi né per l’uomo, né per gli animali domestici e garantiscono assoluta efficacia.

Come riconoscere i tarli

Prima di sapere come eliminare i tarli dalle travi (leggi i consigli su glispecialistidelladisinfestazione.com), è necessario saperli riconoscere per evitare inutile dispendio di tempo e di denaro. Il primo campanello d’allarme si manifesta con la presenza di segatura sul pavimento, poiché questi insetti lasciano la suddetta traccia mentre sono intenti a scavare il legno.

Bisogna inoltre sapere che la larva del tarlo ama nutrirsi di cellulosa (ovvero la parte nobile del legno) e scarta tutto il resto. Un altro segnale della loro presenza è dato dalla formazione di buchi nel legno, dato che durante i pasti scavano delle vere e proprie gallerie.

Tipologie di tarli

Le specie di tarli presenti all’interno delle case sono principalmente tre, ossia cerambicidi, anobidi e lictidi. Gli ultimi due sono di dimensioni ridotte, pertanto realizzano dei buchi altrettanto piccoli, mentre i cerambicidi hanno la capacità di scavare delle profonde gallerie e di produrre dei rumori fastidiosi simili a quelli dei gracchi

Come eliminare i tarli dalle travi: comportamenti da evitare

Se si desiderano eliminare i tarli, è fondamentale non compiere le seguenti azioni, in quanto causerebbero più danno che beneficio:

  • segare la parte del legno in cui si individua la presenza dei tarli;
  • spennellare dei prodotti anti tarlo liquidi sulla superficie delle travi, in quanto non penetrano all’interno del legno;
  • iniettare all’interno dei fori dell’insetticida;
  • vaporizzare degli spray insetticidi all’interno del locale;
  • bagnare il legno danneggiato con del petrolio, il quale ha anche un odore a dir poco pestilenziale.